Orari farmacia:
da Lunedì a Venerdì
9.00 - 13.30 / 16.30-20.00
Sabato chiusi
Attenzione al caldo e alle intossicazioni alimentari

Attenzione al caldo e alle intossicazioni alimentari

Le alte temperature possono influire sulla qualità del cibo se non viene correttamente conservato, il cibo non solo assume un cattivo sapore ma viene intaccato da patogeni che causano intossicazioni.
Ti sarà capitato di non conservare correttamente un prodotto o per il troppo caldo di vedere il cibo marcire, bisogna che tu faccia molta attenzione perché assumere cibo andato a male è molto rischioso.

A seguire una piccola guida sulle accortezze da tenere per preservare il cibo durante le stagioni calde.

Intossicazioni alimentari: a cosa prestare attenzione
Se mangi del cibo andato a male puoi avvertire nei casi più comuni mal di pancia, dolori alla bocca dello stomaco, stipsi, diarrea ma anche reazioni cutanee.
Fenomeni che per quanto transitori possono compromettere la digestione e il fenomeno gastrointestinale alterando la tua dieta alimentare e modificando le tue abitudini.
Tutto ciò avviene non perché il cibo sia scaduto o scadente ma semplicemente perché non hai seguito tutti gli accorgimenti relativi a quella nota come "catena del freddo".
Comprare un cibi fresco o addirittura congelato può essere rischioso se non lo consumi subiti o si scongela per il troppo caldo, è noto che i cibi confezionati una volta scongelato non vanno ricongelati in quanto potrebbero aver maturato batteri pericolosi per l'organismo.

Cosa dare se si mangia fuori casa

Se ti capita spesso di mangiare fuori casa devi badare alla conservazione dei cibi da parte del ristoratore.
Ti consiglio di prestare attenzione se gli stessi siano conservati in appositi vassoi in acciaio alle temperature indicate per la perfetta conservazione.
Naturalmente questo lo puoi fare se i cibi sono in esposizione per quanto riguarda i ristoranti è opportuno che tu controlli la carta menú per verificare se i cibi siano confezionati o freschi e dovrai fidarti della buona nomea del ristorante.

Cosa da fare se si mangia a casa

Se sei abituato a consumare pranzo o cena a casa devi fare attenzione a quando fai la spesa e a come conservi il cibo o tratti il cibo.
Quando vai a fare la spesa fai attenzione che il cibo sia perfettamente congelato e magari prendi i prodotti freschi o congelati quando hai deciso di andare via al momento in cui ti rechi alla cassa per non iniziare anticipatamente il processo dello scongelamento.
Se il supermercato o il negozio è lontano da casa tua munisciti di un sacchetto salva-freschezza ossia una busta termica che ti consenta di abbattere il caldo esterno.
Giunto a casa riponi dapprima i cibi freschi e congelati in frigo.
Altresì, prima di manovrare il cibo, al momento della preparazione, lavati le mani al fine di non contaminare il cibo e scongela solo la porzione da consumare evitando di scongelare tutto e più ricongelarlo.
Si può congelare di nuovo il cibo congelato se lo gai cotto.
In caso di pollo usa un coltello specifico per evitare contaminazioni, fa attenzione a che tutto sia sterilizzato e igienizzato.
Non mangiare carne troppo cruda a meno che tu non abbia una fiducia totale nel tuo macellaio.


Scroll