Orari farmacia:
da Lunedì a Venerdì
9.00 - 13.30 /16.00-19.30
Sabato chiusi
Tosse notturna: cause, sintomi e rimedi per alleviarla e dormire meglio

Tosse notturna: cause, sintomi e rimedi per alleviarla e dormire meglio

Sempre più persone riscontrano il fastidio della tosse notturna, questo può essere scatenata da diversi fattori, dal raffreddore al reflusso gastroesofageo, ma quali sono i rimedi e gli accorgimenti da tenere in considerazione nel caso si presentasse tale problematica? Nelle prossime righe andremo a capire quali sono le cause, i sintomi e i rimedi della tosse notturna.

Tosse notturna: cos'è

La presenza della tosse notturna manifesta un fenomeno associato o meno a secrezioni bronchiali, come muco e catarro. La tosse è un'energica espulsione di aria, che viene indotta dall'organismo per difendersi da sostanze estranee e virus che sono entrati in contatto con le mucose delle prime vie respiratorie.

La comparsa della tosse nelle ore notturne è dovuta alla posizione supina, che inevitabilmente incrementa il fastidio e lo rende più persistente.

Tosse notturna: le cause

La presenza maggiore o minore di tosse notturna può dipendere da diversi fattori, le cause di questa problematica sono però circoscrivibili a cinque condizioni principali. Vediamo quali.

Raffreddore

A causa delle particelle virali, che si posizionano sulle mucose respiratorie, si ottiene un'infiammazione e un'irritazione alle stesse. Grazie alla tosse si eliminano le particelle nocive, liberando parzialmente le vie respiratorie.

Asma

Chi soffre di asma, nella fase di riposo notturno, è in molti casi esposto ad allergeni, siano questi identificabili con la polvere o di altri elementi dovuti alla posizione supina. Come è facile dedurre è la posizione stessa a incrementare la tosse notturna, creando un disagio notevole per la qualità del sonno.

Reflusso gastroesofageo

Una delle cause più rilevanti della tosse notturna risiede nei succhi gastrici che inevitabilmente risalgono dallo stomaco nelle persone affette da reflusso. Tale condizione irrita le mucose e induce a un naturale fastidio alla gola.

Inquinamento

Sia l'inquinamento ambientale che quello da fumo possono favorire la presenza di tosse notturna. Soprattutto le persone sensibili alle affezioni bronchiali possono riscontrare problemi rilevanti nelle città troppo inquinate o dal fumo attivo o passivo.

Aria condizionata

I soggetti che sono soliti utilizzare aria condizionata in estate o il riscaldamento in inverno, riducono l'umidità all'interno degli ambienti, ciò causa un innalzamento dell'aria secca, estremamente nociva per chi soffre di patologie bronchiali.

Tosse notturna: sintomi

La tosse notturna, per quanto possa essere prevista, difficilmente presenta dei sintomi rilevanti, salve la tosse stessa. Infatti, i sintomi più comuni sono da identificare nella tosse secca senza catarro, nella tosse stizzosa, nell'improvvisa interruzione delle fasi di dormita, nella sonnolenza diurna e nella stanchezza.

Per bambini e anziani la tosse notturna è particolarmente fastidiosa poiché influisce sulla loro capacità di dormire bene, irritandone anche l'umore.

Tosse notturna: rimedi

Chi è affetto da tosse notturna può affidarsi a diversi rimedi, siano questi naturali oppure sintetici.

Tra gli elementi presenti in natura che migliorano sensibilmente tale condizione figura il miele, con le sue proprietà lenitive aiuta a calmare la tosse più aggressiva. Sciogliere un cucchiaino di miele in un bicchiere di acqua calda o in una bevanda gradevole può lenire il fastidio e migliorare il sonno.

Per quanto concerne le terapie farmacologiche, queste vertono principalmente a combattere i fattori scatenanti. Usualmente vengono assimilati farmaci antitussivi oppure degli elementi che combattono direttamente raffreddore, asma e reflusso gastroesofageo.

Tosse notturna: accorgimenti

Per quanto sia difficile prevedere la tosse notturna, salvo casi di patologie ben note, è opportuno effettuare una prevenzione intelligente. Vediamo quali sono gli accorgimenti da considerare per ridurre al minimo la tosse notturna.

Il primo accorgimento risiede nell'accendere il riscaldamento nel modo corretto, cioè evitando che si crei dell'aria troppo secca. Una temperatura costante di 20°C migliorerà le condizioni ambientali, tanto quanto un buon arieggiamento delle stanze.

Chi soffre di tosse notturna può anche usufruire di un umidificatore, questo consentirà di migliorare i livelli di umidità nella stanza e di ridurre la minimo la tosse.

Per quanto possa sembrare un accorgimento banale, anche la cura dell'igiene delle mani può aiutare chi soffre di questo problema. Infatti, i virus e i germi verrebbero ridotti sensibilmente e le vie respiratorie sarebbero meno soggette a infiammazioni.

Ulteriore accorgimento da prendere in considerazione è il modo in cui si dorme. Posizionare un cuscino aggiuntivo sotto la testa può ridurre il reflusso e facilitare la respirazione.

Conclusioni: Farmacia

La tosse notturna si lega inevitabilmente alle infiammazioni delle vie respiratorie, oltre ai soggetti allergici anche tantissime persone vengono a imbattersi in questo disturbo. La presenza di un fastidio lieve può essere fronteggiata con un semplice cucchiaino di miele, mentre chi soffre di disturbi evidenti necessita di un consulto medico e di farmaci dedicati. La Farmacia saprà consigliare le modalità per migliorare tale condizione.

Scroll